Mise en place at home: a tavola con stile

Mise en place at home: a tavola con stile tra forchette, coltelli, cucchiai, bicchieri e tovaglioli, piatto e sottopiatto… per una giovane coppia è facile perdersi nell’allestimento, anche se solo per una cena tra amici, nella propria nuova casa.

Ecco quindi, un decalogo che possa essere un utile riferimento per non fare errori e magari incorrere nelle ire di mamma e suocera, che tanto hanno fatto per insegnare anche le buone maniere.

1) Ricordatevi di stendere il “mollettone” sul tavolo… Di che si tratta? Cosa vorrà indicare questa parola stravagante?

Si tratta di un panno, generalmente contornato da un elastico utile per tenerlo fermo, e in alcuni casi rivestito da un telo impermeabile su uno dei due lati, che va steso sul tavolo, prima della tovaglia. La sua funzione è quella di proteggere il tavolo, per fare in modo che la tovaglia non scivoli e che piatti e bicchieri non facciano rumore quando si appoggiano sul piano.

2) Stendete la tovaglia sul mollettone, facendo in modo che le cadute laterali siano della stessa lunghezza su ogni lato del tavolo, attenzione soprattutto al tavolo rotondo e tenete a mente che la tovaglia, sul mollettone, non scorre, quindi per spostarla dovrete sollevarla.

3) La tovaglia dovrà essere perfettamente stirata e dovrete fare in modo che non ci siano pieghe sul piano del tavolo, nel caso ripassatela con il ferro a vapore.

4) Disponete i sottopiatti, se volete usarli, oppure i piatti considerando una distanza minima di 60 centimetri per ogni ospite.

5) Disponete ai lati del piatto le posate che effettivamente serviranno.

Le forchette a sinistra, se il menu prevede un primo asciutto e un secondo, mentre a destra metterete il coltello ed il cucchiaio, se il menu prevede una minestra.

Una curiosità: il galateo storico prevede che la forchetta del primo piatto vada a destra e solo quella del secondo a sinistra. Io seguo questa regola, anche se oggi la tendenza è di metterle entrambe a sinistra.

Secondo la stessa regola, disporrete le posate per l’antipasto,  se previsto.

Sopra metterete le posate per il dessert e per la frutta.

6) I bicchieri vanno a destra, in alto e saranno due, per acqua e vino, se prevedete un solo vino, oppure tre, per acqua, vino rosso, più grande e vino bianco, più piccolo, se prevedete due vini.

7) Il tovagliolo può andare a sinistra o a destra del piatto, esistono diverse scuole di pensiero… Io lo preferisco a destra

8) L’acqua va servita nelle brocche, mai nella sua bottiglia originale, il vino invece va lasciato in bottiglia

9) Realizzate un centrotavola, usando fantasia e creatività, che segua la forma del tavolo, che non impedisca di vedersi chiaramente e che non preveda fiori troppo profumati. Potrete utilizzare anche solo oggetti decorativi, ricordi di viaggio, frutta o elementi naturali come legni e conchiglie..

10) Se state organizzando una cena, non dimenticate le candele, che dovranno essere piccole e basse, per non occupare spazio e per non disturbare la vista.

Angelo Garini - Wedding Planner
Angelo Garini
Architect and emotion designer
Tags: