Fiera del Wedding

Metodo tabata: tornare in forma prima delle nozze.

Tutti, vedendo Sanremo, abbiamo notato come la cantante e concorrente Noemi sia apparsa in Tv con un “fisico bestiale” e tutti, penso, ci siamo chiesti come ci sia riuscita.

Sicuramente la determinazione e la forza di volontà sono il 90% del successo, ma questo in ogni ambito, poi ovviamente ci deve essere la tecnica e la predisposizione verso ciò che vogliamo compiere.

Lei stessa ha dichiarato di aver intrapreso un allenamento col metodo “Tabata” ed a giudicare da ciò che prevedere questo tipo di allenamento, devo ammettere che la forza di volontà è stata enorme.

Il metodo Tabata prende il nome dal Professore Izumi Tabata dell’Istituto Nazionale di fitness e degli Sport in Giappone che l’ha teorizzato e messo in pratica sulla squadra di pattinaggio veloce giapponese, con ottimi risultati sia di incremento della resistenza che di incremento della forza fisica.

Ribadisco che non sì tratta di uno sport, ma un modo di allenarsi per migliorare forza e resistenza e, si è scoperto inoltre che aiuta molto a snellire le forme!

Prima di spiegarvi i pro ed i contro, voglio provare a spiegarvi in parole semplici come funziona: dato che l’obiettivo è la resistenza, sì agisce proprio su questa, portando lo sforzo fisico quasi al massimo.
Attraverso un semplice calcolo matematico capiamo su quanti Bpm (Battiti per minuto) dobbiamo mantenerci.

L’operazione da fare è sottrarre a 220 la nostra età e da quel numero calcolare l’80/90% per ottenere il range di Bpm in cui mantenerci.
Ad esempio, se hai 30 anni:
220 – 30= 190 Bpm
In questo caso dovremmo mantenere i nostri battiti fra 170 e 180 Bpm.

Compreso ciò, per iniziare avremo solo bisogno di:
● Tuta
● Scarpe da ginnastica
● Cronometro
● Cardiofrequenzimetro

Adesso hai tutte le nozioni per iniziare, ma prima esaminiamo brevemente i pro ed i contro:
● Una sessione di allenamento dura soli 40 minuti, scherzo, infatti ne dura solo 4!
● Grazie a questo tipo di allenamento puoi tonificare e dimagrire contemporaneamente
● L’allenamento ad alta intensità, come quello tabata, permette di continuare a
“bruciare” anche mentre il corpo è a riposo
● Basta farlo 3 giorni a settimana
● Non necessiti di attrezzature professionali da palestra
● Non è un allenamento adatto a tutti, se sei un soggetto pigro, obeso o fortemente in
sovrappeso, è dapprima consigliato che inizi a muoverti in maniera “meno faticosa” e, quando avrai perso peso e recuperato un pò di resistenza, potrai iniziare ad allenarti col metodo tabata.

La sessione sì svolge, come abbiamo detto, in 4 minuti in cui 20 secondi svolgeremo l’esercizio mantenendo i Bpm nel range calcolato e 10 secondi di riposo, questo per 8 volte.

Vediamo un esempio di circuito da poter fare durante una sessione di tabata:
1. 20 secondi di burpees e 10 secondi di riposo
2. 20 secondi di squat e 10 secondi di riposo
3. 20 secondi di addominali e 10 secondi di riposo
4. 20 secondi di squat e 10 secondi di riposo
5. 20 secondi di burpees e 10 secondi di riposo
6. 20 secondi di squat e 10 secondi di riposo
7. 20 secondi di addominali e 10 secondi di riposo
8. 20 secondi di squat e 10 secondi di riposo


In conclusione è certamente un allenamento valido ed adatto soprattutto a coloro che “non hanno tempo” o detestano lunghe sessioni in palestra, ma è sempre strettamente consigliato praticarlo sotto supervisione o consiglio di un Personal Trainer che saprà adattarlo al meglio alle nostre caratteristiche fisiche.

Barbara Vulgo Gigante - fertilità
Barbara Esposito Vulgo Gigante
Biologa Nutrizionista

LEGGI ANCHE

PER IL TUO MATRIMONIO

SOCIAL